10 Settembre 2021 | Posted in Diritti Fondamentali, Notizie

Le politiche e la legislazione dell’UE che riguardano l’ambiente hanno come obiettivo principale quello di garantire ai propri cittadini una vita piacevole nel rispetto dei limiti ecologici del pianeta. Precisamente, l’Unione tutela gli ambienti naturali e cerca di ridurre al minimo i rischi per il clima, la salute umana e la biodiversità. Infatti è indispensabile salvaguardare la qualità dell’ambiente poiché è l’elemento chiave per la nostra salute, la nostra economia ed il nostro benessere.

La lotta ai cambiamenti climatici è una sezione fondamentale della politica ambientale dell’UE, più precisamente per il 2050, sono stati fissati alcuni obiettivi da raggiungere, come:

  • proteggere, conservare e migliorare gli ambienti naturali dell’UE;
  • far diventare l’economia europea a basse emissioni di CO2;
  • proteggere i propri cittadini dai rischi legati all’ambiente e alla salute.

Le politiche e la legislazione ambientale dell’UE tutelano gli habitat naturali, mantengono pulite l’acqua e l’aria, garantiscono un adeguato smaltimento dei rifiuti, migliorano la conoscenza delle sostanze tossiche e aiutano le imprese a convertirsi verso un’economia più sostenibile.

POLITICHE – Una panoramica

  • Economia circolare
    per creare una crescita sostenibile e nuovi posti di lavoro riducendo lo sforzo sulle risorse naturali; facendo diventare così l’economia europea sempre più competitiva ed efficiente.
  • Ambiente marino e costiero
    per proteggere e mantenere pulite le coste, i mari e gli oceani, attuando una fruizione più sostenibile.
  • Aria pulita
    per salvaguardare il nostro benessere e l’habitat in cui viviamo, poiché la qualità dell’aria che respiriamo è critica e può portare a gravi problemi sia per la salute ma anche l’ambiente.
  • Sostanze chimiche
    per garantire sicurezza in merito alle sostanze chimiche che incontriamo abitualmente verso la salute umana e verso gli ecosistemi, e allo stesso tempo, mantenere la competitività internazionale delle industrie europee.
  • Inquinamento acustico
    per evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi del rumore ambientale, come i problemi di salute e gli effetti indiretti che porta all’economia.
  • Qualità del suolo
    per garantire una sicurezza alimentare, la prosecuzione degli ecosistemi naturali e l’adattamento ai cambiamenti climatici.
  • Ambiente urbano
    per promuovere una vita in città più sostenibile e più sana, cercando di evitare il sorgere di problemi di salute.
  • Rifiuti e riciclaggio
    per promuovere una migliore gestione dei rifiuti limitando lo smaltimento in discarica e cercando di estrarne tutte le possibili risorse.
  • Risorse idriche
    per proteggere e tutelare l’elemento essenziale della nostra vita.

Unione Europea-https://europa.eu/european-union/topics/environment_it

EUR-Lex-https://eur-lex.europa.eu/summary/chapter/environment.html?root_default=SUM_1_CODED=20&locale=it

Commissione Europea-https://ec.europa.eu/info/policies/environment_it

L’Articolo è stato redatto da Letizia Guadagnini, dell’ITCS Lorgna-Pindemonte, nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro presso lo Europe Direct.