Afma

L’AFMA è stata costituita nel 2004 come prosecuzione dell’Associazione Italiana Malati di Alzheimer – sezione di Verona precedentemente costituitasi nel 1992. Raggruppa familiari e persone coinvolte a vario titolo nella gestione delle persone affette da Demenza. Attraverso alcune scale di osservazione create “ad hoc” monitora lo stato psico-fisico dei familiari e a seconda delle esigenze di ogni singolo familiare propone varie attività rivolte sia al paziente che al caregiver. Per quanto riguarda le famiglie propone attività di sostegno psicologico sia in piccoli gruppi che attraverso incontri individuali. Inoltre per i familiari offre incontri di counseling individuale ed attua dei progetti psico-educazionali finalizzati ad una adeguata formazione/informazione del caregiver per una migliore e consapevole gestione della malattia.
Per quanto riguarda le persone ammalate propone attività di sostegno psicologico individuale (nelle fasi iniziali di malattia se il paziente è consapevole) e laboratori cognitivo-creativi di stimolazione cognitiva e psicomotricità.
Dal punto di vista scientifico-culturale si occupa di diffondere corrette informazioni sulla malattia, di promuovere la ricerca e stimola la creazione di strutture “dedicate” sul territorio.
Nel 2007 ha pubblicato “Non è più lui, non è più lei”, una guida per le famiglie per una assistenza ottimale al malato. Nell’ottobre 2012 è stata pubblicata la seconda edizione della stessa guida contenente aggiornamenti diagnostici, terapeutici e assistenziali. Da maggio 2013 l’Associazione è coinvolta nel progetto “Alzheimer Caffè: insieme per prevenire la disabilità aggiuntiva”, rivolto alle persone in diverse fasi di malattia.

È membro del Coordinamento Veneto Alzheimer per esprimere i bisogni dei malati e delle famiglie, sia a livello istituzionale-regionale sia a livello amministrativo locale, per sviluppare un’assistenza ai malati centrata sulla dignità della persona.